Comunicati Stampa, Notizie
Campanile di Portogruaro, MORETTO (Pd): “Il Governo garantisca, con i fondi stanziati dal Pd, la definitiva messa in sicurezza di un bene tutelato, simbolo della mia città”.

Campanile di Portogruaro, MORETTO (Pd): “Il Governo garantisca, con i fondi stanziati dal Pd, la definitiva messa in sicurezza di un bene tutelato, simbolo della mia città”.

“La conferma del finanziamento da parte del Mibact dell’intervento di restauro della torre civica campanaria del Duomo di Portogruaro attesta la bontà del lavoro fatto dal precedente Governo. L’opera, che lo stesso Sottosegretario ha definito urgente e necessaria, verrà infatti realizzata grazie ad un Piano straordinario di interventi sul patrimonio culturale nazionale, voluto dall’allora Ministro Franceschini e dal Partito Democratico”.

Così l’on Sara Moretto (Pd) ha commentato la risposta data dal Sottosegretario per i beni e le attività culturali, Gianluca Vacca, alla sua interrogazione inerente i lavori di restauro del campanile del Duomo di Sant’Andrea Apostolo di Portogruaro. Il Sottosegretario ha confermato che il soggetto beneficiario del finanziamento sarà la Soprintendenza, che entro fine anno darà dato avvio ad un intervento di confinamento della muratura, e che i fondi verranno erogati a partire dal 2019, secondo questo schema: 827.166 euro nel 2019; 1 milione 600mila euro nel 2020, 1 milione di euro nel 2021 e 772.834 mila euro nel 2022.

“Le amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, delle quali anch’io ho fatto parte, – ha evidenziato Moretto – hanno sempre affrontato con serietà e costanza il problema del cedimento fondazionale del bene. Lo hanno fatto con monitoraggi seri e precisi e avviando una progettazione volta a risolvere questo annoso problema. L’amministrazione attuale invece ha aperto una sterile ed inutile contesa sulla proprietà del bene, che non è servita a nulla se non a creare confusione e a destabilizzare un percorso di collaborazione con la parrocchia di Sant’Andrea. L’assegnazione di questi 4,2 milioni di euro, che concretizza il lavoro della scorsa legislatura, rappresenta una vera svolta, una notizia positiva che è accolta con soddisfazione dall’intera comunità portogruarese. Chiedo al Ministero un interessamento particolare su questa vicenda affinché, dopo la conclusione dei monitoraggi, si giunga velocemente alla definizione di un progetto esecutivo di messa in sicurezza, che ponga fine ad un problema che è sentito non solo dall’intero Veneto Orientale. Mi auguro anche che in fase di realizzazione dei lavori venga posta una particolare attenzione nell’allestimento del cantiere in modo tale da non limitare l’accesso alle attività commerciali presenti nell’area”.

Condividi

Articoli simili

Iscriviti alla Newsletter

Video

LINK

                                   

                                   

Cerca