Sara Moretto
Carissimo/a [subscriber:firstname | default:reader],
sono profondamente scossa per quanto sta accadendo in queste ore in Ucraina. Stiamo assistendo a una guerra drammatica, insensata e intollerabile. L’invasione premeditata di un Paese amico da parte delle milizie russe mina i valori di democrazia e di libertà su cui si fonda anche la nostra Repubblica. È per questo che ciò che sta accadendo in Ucraina riguarda tutti noi.
Il Presidente Putin ha voluto mostrare i muscoli al mondo intero, ha voluto dare prova della propria forza militare, ha voluto ribadire il totale disinteresse verso il valore della vita umana. Lo ha fatto illudendo la comunità internazionale sulla possibilità della via diplomatica, che nei fatti non è mai stata cercata e voluta. Un atteggiamento inaccettabile e che non va sottovalutato.
Le immagini delle bombe, i suoni delle sirene, le testimonianze e i racconti di chi si trova sotto attacco lasciano inorriditi e spezzano il cuore. Siamo di fronte a una minaccia che ci fa ripiombare a tempi bui, che onestamente, nel 2022, pensavamo di non rivivere mai più. L’Italia, lo ha detto bene il Presidente Draghi, ha espresso la propria solidarietà al popolo ucraino e al suo presidente, sta lavorando con gli altri partner europei per mettere in campo sanzioni durissime contro la Russia ed è pronta a offrire sostegno economico e umanitario all'Ucraina. Questa scia di sangue sta però mettendo in profonda discussione le relazioni internazionali, di oggi e di domani. È per questo che è assolutamente necessario restare uniti. L’unità del popolo italiano, dell’Italia con gli altri paesi dell’Unione Europea e della Nato è presupposto fondamentale per affrontare questa minaccia. Perseverare nella richiesta di un dialogo è comunque l’unica strada per fermare le violenze e ricercare la pace. In un mondo interconnesso socialmente ed economicamente si devono compiere scelte ponderate e utili. Anche in questo campo l’autorevolezza, la lungimiranza e il pragmatismo del Presidente Draghi sono garanzia che la strada che intraprenderà il nostro Paese sarà quella giusta.
Ti lascio al testo dell’intervento pronunciato oggi in Aula dal Presidente del Consiglio (lo puoi leggere qui) e alle parole di Matteo Renzi al Senato (puoi guardare qui il video), che ha proposto Angela Merkel come “inviato unico” per la NATO e l’Unione Europea.
Qui di seguito, puoi vedere un mio intervento sulla situazione in Ucraina.


Buona lettura,
Sara
moretto ucarina
novita_aula

La tutela dell'ambiente entra in Costituzione

L'Aula ha approvato una modifica alla Costituzione, in base alla quale la tutela dell'ambiente diventa un principio irrinunciabile e una guida per tutte le scelte che in politica, nelle imprese, nelle famiglie si compiono ogni giorno. Un driver di sviluppo, non un alibi per dire dei no.
Quello che per i bambini di oggi è un concetto naturale, per gli italiani di domani deve essere un dovere.

Decreto Milleproroghe

La Camera ha approvato il cosiddetto Decreto Milleproroghe, un pacchetto di misure che vanno dalla proroga per la rateizzazione delle cartelle esattoriali scadute ai fondi per la bonifica ambientale dell’ex ILVA, dal contributo economico per le spese di un percorso di terapia psicologica all’estensione della validità del voucher turismo.
Con un mio emendamento in tema di confidi è stata poi prorogata la sospensione dei provvedimenti di revoca della Banca d’Italia.
Qui i link ai dossier: parte 1, parte 2.
attivita_politica

Riscossione del bollo auto per le auto a noleggio

È stato accolto dal Governo nell'ambito della discussione sul Milleproroghe il mio ordine del giorno che impegna a una revisione delle norme per la riscossione del bollo auto per le auto a noleggio. Anche le Regioni recentemente hanno confermato che l’ambiguità normativa va risolta. Vanno evitati doppi pagamenti e richieste di arretrati non dovuti. Tutto ciò è possibile intervenendo subito, già nei decreti in conversione.

Equità nei fondi del Pnrr

Come promesso, il Governo ha inserito nel decreto approvato in Cdm il rifinanziamento del bando sulla rigenerazione urbana con 905 milioni di euro da qui al 2026, accogliendo la richiesta contenuta nella mozione che ho sottoscritto.
Con questa misura otterranno le risorse dovute tutti quei comuni veneti i cui progetti erano stati ammessi, ma esclusi dall’erogazione dei fondi nella prima tranche.
Nel mio intervento in Aula ho sollecitato l’urgenza di capire come si possano distribuire fino al 2026 le maggiori risorse disponibili previste dal Pnrr. Inoltre, ho chiesto di correggere dal 2027 il criterio di vulnerabilità sociale, per evitare le sperequazioni viste nella prima tranche di finanziamenti.
Qui per approfondire: https://bit.ly/3JetwfA.
Guarda il video:
intervento
banner radio leopolda

Puntata del 23 febbraio 2022

L’idrogeno, e in quale dei suoi svariati colori, può essere ingrediente del mix di fonti energetiche italiano? Un confronto a mente aperta con il prof. Giuseppe Zollino, docente di Tecnica ed economia dell’energia all’Università di Padova.
Puoi ascoltare qui la puntata: https://spoti.fi/3sU3Eis

Puntata del 9 febbraio 2022

Scostamento di bilancio: è tutta lì la soluzione al caro bollette? Invocare maggior debito senza affrontare fino in fondo le scelte energetiche a lungo termine è, anche questa, una forma di populismo. A famiglie, imprese e Comuni vanno date maggiori risposte
Puoi ascoltare qui la puntata: https://spoti.fi/3JTKfVL
video_gallery

24-02-2022 Intervento sull’informativa del ministro Cingolani sull’incremento dei costi dell’energia

Nel mio intervento in Aula ho ribadito che se vogliamo ridurre la dipendenza dall’estero e produrre energia più green dobbiamo innescare investimenti e aprirci alle nuove tecnologie: dalle rinnovabili ai biocarburanti, dall’idrogeno al nucleare di ultima generazione.
intervento

17-02-2022 Dichiarazione di voto sulla mozione unitaria relativa all’applicazione della direttiva Bolksenstein

Nel dirimere l’annosa questione dell’applicazione della direttiva Bolkestein, il governo Draghi ha dimostrato che coniugare libera concorrenza con tutela del lavoro e del sacrificio di migliaia di imprese e famiglie è possibile. Crediamo che se c’è un tempo in cui dare certezze e far diventare fino in fondo il turismo un settore ancora più forte, in grado di competere con ancora più vigore nei mercati internazionali, sia arrivato.
intervento

17-02-2022 Intervento sul sostegno alle raffinerie

Sul fronte della transizione ecologica stiamo mettendo in campo le scelte più importanti per il nostro futuro e non possiamo farlo in maniera populista. Non riesco, e come me tutta Italia Viva, ad abituarmi all’idea di compiere scelte ideologiche che rischiano di lasciare indietro pezzi della nostra economia.
intervento

16-02-2022 Intervento al Question Time con il ministro Patuanelli sul caro bollette in agricoltura

Ho chiesto al Governo azioni immediate e di largo respiro per accompagnare le imprese nella transizione energetica. Tra gli effetti del caro bollette c’è infatti anche il rischio di non trovare dei prodotti alimentari sullo scaffale. Un'eventualità che va scongiurata impedendo lo stop alla produzione delle imprese agricole per i troppi costi.
intervento
rassegna_stampa
balneari gazzettino
mose la nuova
corriere
gazzettino
la nuova
facebook twitter instagram youtube 
Per qualsiasi altro approfondimento: www.saramoretto.it
powered by Visystem