Comunicati Stampa, Notizie
SCUOLE PARITARIE, MORETTO (IV): “IN ARRIVO OLTRE 23 MILIONI PER GLI ISTITUTI VENETI. DOVEROSO DARE SOSTEGNO PER LORO RUOLO CRUCIALE”

SCUOLE PARITARIE, MORETTO (IV): “IN ARRIVO OLTRE 23 MILIONI PER GLI ISTITUTI VENETI. DOVEROSO DARE SOSTEGNO PER LORO RUOLO CRUCIALE”

“Oltre 23 milioni di euro in arrivo a giorni per i servizi educativi 0-6 e le scuole paritarie del Veneto dal Decreto Rilancio grazie al lavoro di Italia Viva in Parlamento. Una bella notizia, attesa da tempo per sostenere un settore che ha molto sofferto per la chiusura forzata delle scuole nel corso del recente lockdown”. L’annuncio è della deputata veneziana Sara Moretto di Italia Viva, che rende noto il riparto dei fondi.

In base al “Piano Riparto D.L. 19 maggio 2020, n. 34 art. 233 c. 3 convertito con modificazioni dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77”, il Decreto Rilancio stanzia complessivamente 165 milioni per i servizi all’infanzia 0-6, come sostegno per la riduzione o il mancato versamento delle rette a causa dell’emergenza Covid-19, a favore dei soggetti gestori. Di questi, 13.603.034,85 arriveranno in Veneto: per la precisione, 6.421.428,91 saranno destinati ai servizi educativi (fascia 0-3) e 7.181.605,94 alle scuole dell’infanzia paritarie (fascia 3-6). Altri 120 milioni sono stanziati complessivamente dal Decreto Rilancio a sostegno delle scuole paritarie di grado superiore: di questi, 9.983.993,77 spettano al Veneto.

“Si tratta di risorse vitali per dare respiro a un settore fondamentale per la nostra istruzione, che conta a oggi 1.377 istituti nella nostra regione. Ricordo che le scuole paritarie garantiscono il 53% dell’offerta formativa nelle scuole dell’infanzia e che anche in tutti gli altri livelli di istruzione svolgono un ruolo cruciale, proponendo una formazione di spessore scelta dal 18% degli studenti veneti nel complesso. Ecco perché non potevamo far mancare loro un adeguato sostegno e Italia Viva si è battuta per questo”.

Moretto conclude: “Il governo conferma anche in questa occasione di essere vicino ai problemi e alle necessità del Veneto. Questo risultato conferma inoltre l’importanza di un lavoro sul territorio e per il territorio, in un’ottica di collaborazione e non di guerra tra livelli istituzionali, che non serve a nulla”.

Pubblicato il 19 Settembre 2020

Condividi

Articoli simili

Iscriviti alla Newsletter

Video

LINK

Cerca