Comunicati Stampa, Notizie
ON. MORETTO APRE LA CAMPAGNA ELETTORALE A SAN DONÀ DI PIAVE: “CONCRETEZZA E TERRITORIO LE PAROLE CHIAVE DELLA MIA CAMPAGNA ELETTORALE”

ON. MORETTO APRE LA CAMPAGNA ELETTORALE A SAN DONÀ DI PIAVE: “CONCRETEZZA E TERRITORIO LE PAROLE CHIAVE DELLA MIA CAMPAGNA ELETTORALE”

 “Ho scelto di aprire la campagna elettorale a San Donà di Piave illustrando le tante cose fatte durante questa legislatura a favore del territorio non per autocelebrazione ma perché ritengo fondamentale un momento di restituzione e informazione sui risultati dell’impegno mio e del Pd. Concretezza e territorio sono state le parole chiave della mia attività parlamentare e, se eletta, continueranno a esserlo nella prossima legislatura”. Così l’on. Sara Moretto, candidata al collegio uninominale Veneto 1-02 San Donà di Piave alle elezioni politiche del 4 marzo, all’evento di apertura della campagna elettorale, svoltosi ieri sera al bar Carpe Diem.

Moretto ha riepilogato il frutto del suo impegno in Aula per il Sandonatese. “Con l’operazione Sbloccascuole per l’edilizia scolastica, al Sandonatese sono stati “liberati” 4 milioni di euro in tre anni. Importanti risorse arriveranno grazie al Bando Periferie, che consentirà la riqualificazione di tutta l’area limitrofa alla stazione ferroviaria e della Fiera di San Donà di Piave. Lo stesso progetto finanzierà anche i Comuni di Meolo, Fossalta e Musile di Piave, Ceggia”.

Un altro obiettivo raggiunto è stato il Fondo Serenella, “nato per sostenere il credito alle aziende delle vittime di mancati pagamenti con una dotazione di 10 milioni di euro annui per il triennio 2016-2018”. Infine, il finanziamento della Legge speciale che “per la prima volta stanzia fondi – 5 milioni nel 2018 e 10 dal 2019 al 2024 – ai Comuni della gronda, in un’ottica di salvaguardia della laguna ad ampio raggio (Mira, Musile di Piave, Jesolo, Codevigo, Campagna Lupia e Quarto d’Altino). Si tratta di 65 milioni di euro per il 2018 e 40 milioni dal 2019 al 2024”.

“Il mio impegno – ha concluso – è di continuare a mantenere un rapporto costante con i sindaci e le comunità. Perché questo è il territorio in cui sono nata, in cui vivo e cui voglio dare voce”.

Condividi

Articoli simili

Iscriviti alla Newsletter

Video

LINK