Carissimo/a reader,

mentre il Parlamento approva il decreto recante disposizioni urgenti in materia fiscale e si appresta a concludere l’esame della Legge di Bilancio 2017 - due provvedimenti importantissimi per l’Italia perché contengono misure significative indirizzate a rispondere alle esigenze delle imprese, delle famiglie e del tessuto sociale -, il mondo intero si trova a prendere atto dell’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti d’America. La sua ascesa alla Casa Bianca è prova innanzitutto della volontà di cambiamento dei cittadini, stanchi di una politica che si tramanda come un’eredità familiare. Con questo voto, gli elettori hanno scelto risposte forti alle loro paure, che vanno comprese e non sottovalutate.
Tuttavia, personalmente non condivido nulla della proposta politica di Trump, la cui azione, se dovesse essere quella degli annunci della campagna elettorale, potrebbe anche portare a una grave destabilizzazione internazionale. Seppur faticoso, credo che lo sforzo da compiere sia quello di affrontare seriamente i problemi, lasciando da parte gli slogan facili, utilizzati da molti esponenti politici in Italia e nel resto d’Europa.

Il Governo Renzi e il Parlamento stanno lavorando intensamente per dare un futuro all’Italia. Accanto alle misure finanziarie che stiamo per approvare, c’è la grande sfida della Riforma Costituzionale. Il referendum confermativo del 4 dicembre segnerà comunque un solco profondo nella storia del nostro Paese. Se vince il No rimarrà tutto com’è, se vince il sì sarà davvero il momento del cambiamento, come spiego in questo video.


Buona lettura,

Sara

 

CONTRASTO AL CAPORALATO: La piaga del lavoro nero in agricoltura da sempre affligge il nostro Paese. Il fenomeno del cosiddetto "caporalato" coinvolge circa 400mila lavoratori in Italia, sia italiani sia stranieri. Finalmente l'esigenza di individuare misure più incisive per promuovere la legalità in questo settore ora trova una risposta concreta. Con le legge approvata alla Camera si introduce, tra l’altro, la sanzionabilità anche del datore di lavoro, l'arresto obbligatorio in flagranza di reato e si rafforza l'istituto della confisca.

PROTEZIONE DEI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI: Dopo tre anni di discussione la Camera ha approvato la legge dedicata all'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati. Spesso il dibattito pubblico sull’ampio fenomeno delle migrazioni tralascia la fascia dei soggetti più deboli, ovvero i tantissimi bambini e ragazzi che affrontano soli il “viaggio della vita”, magari consegnati dai genitori a persone sconosciute con la speranza che ci sia, oltre il mare, un’opportunità per loro. Se il Senato dovesse confermare il dispositivo, l’Italia sarebbe il primo paese in Europa ad avere una legge di questo tenore che rappresenta un passo avanti fondamentale per l'affermazione del diritto alla tutela dell'infanzia.
Nel 2016, i minori stranieri non accompagnati (Msna) sbarcati sulle nostre coste sono stati 19.429, un dato sostanzialmente raddoppiato se riferito agli ultimi quattro anni. Secondo i dati forniti dal Ministero del lavoro, il numero di Msna presenti in Italia al 31 agosto 2016 è di 13.862, il 55% in più rispetto alle presenze registrate alla data del 31 agosto 2015. I principali paesi di provenienza sono l’Egitto, il Gambia, l’Albania, l’Eritrea e la Nigeria.
Il provvedimento sancisce innanzitutto il divieto di respingimento alla frontiera, riduce da 60 a 30 giorni la permanenza massima dei minori in strutture di prima accoglienza e stabilisce che tutti i minori non accompagnati possono accedere al sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati.

MISURE PER GLI ASILI E LE STRUTTURE PER ANZIANI E DISABILI: I tanti fatti di cronaca cui abbiamo assistito in questi anni hanno indotto il Parlamento ad affrontare il dibattito sull’innalzamento del livello di tutela dei bambini che frequentano gli asili nido e le scuole per l’infanzia e delle persone, anziani e disabili, residenti in strutture assistenziali.
Prevenire e contrastare, in ambito sia pubblico sia privato, maltrattamenti o abusi, anche di natura psicologica è l’obiettivo della legge approvata in prima lettura alla Camera. Il provvedimento infatti disciplina la regolamentazione dell'utilizzo di sistemi di videosorveglianza, delega al Governo la disciplina della valutazione attitudinale sia al momento dell’assunzione sia durante lo svolgimento del rapporto di lavoro e demanda al Ministero della Salute la predisposizione di linee guida per garantire le visite lungo l’intero arco della giornata nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali.

PRODOTTI COSMETICI: All’unanimità la Camera ha approvato il prima lettura le “Disposizioni in materia di composizione dei prodotti cosmetici e disciplina del marchio italiano di qualità ecologica”.
Le principali novità sono l’istituzione del marchio italiano di qualità ecologica dei prodotti cosmetici e il divieto, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2020, di mettere in commercio cosmetici contenenti microplastiche, pericolosissime per l'ecosistema marino.

FURTO DI RAME: Non starà più nella discrezionalità del giudice l’attribuzione della sanzione per il furto di rame. Con la legge approvata alla Camera si introduce il nuovo articolo 624-ter del Codice penale, che rende il furto di rame autonoma fattispecie di reato. Rimane invariata la pena detentiva, ma è inasprita la sanzione pecuniaria.

DISCIPLINA DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO: Con il compito di "rilanciare e sviluppare un settore strategico dal punto di vista culturale e sociale, ma anche economico", la Camera ha approvato la Disciplina del cinema e dell’audiovisivo.
Si tratta di una riforma attesa da oltre cinquant'anni che prevede la creazione di un fondo completamente autonomo e pone fine alla discrezionalità. Con il provvedimento aumentano le risorse del 60% (150 milioni in più) e nasce un meccanismo virtuoso di autofinanziamento. Il fondo è alimentato, sul modello francese, direttamente dagli introiti erariali già derivanti dalle attività di programmazione e trasmissione televisiva; distribuzione cinematografica; proiezione cinematografica; erogazione di servizi di accesso ad internet da parte delle imprese telefoniche e di telecomunicazione. Non ci saranno più commissioni ministeriali a valutare i film. Il provvedimento prevede una delega al governo per definire un nuovo sistema di classificazione che responsabilizza i produttori e i distributori cinematografici.

50 ANNI DALL'ALLUVIONE: Il 4 novembre ho partecipato al convegno del Consorzio di Bonifica del Veneto Orientale "50 anni dall'alluvione del 4 novembre 1966". Qui il mio intervento (dal minuto 3.37.54)

SGRAVI ALLE AZIENDE DI CHIOGGIA E VENEZIA: È stata approvata in sede legislativa dalla Commissione lavoro del Senato, dopo il precedente passaggio alla Camera dei deputati, la proposta di legge che ho promosso insieme ad altri colleghi sulla questione annosa degli sgravi per le imprese di Chioggia e Venezia.
Si chiude così, evitando il pericolo di una infrazione comunitaria, una questione delicata che rischiava di mandare in default centinaia di aziende, soprattutto armatori e cooperative del comparto ittico. In base a questo testo le aziende saranno tenute a pagare gli interessi semplici e non quelli composti. È una soluzione che permetterà loro di mettersi in regola senza soffocare.

INTERROGAZIONE TERME: Con l’interrogazione depositata assieme ad altri colleghi veneti abbiamo chiesto al Ministro dell’Intero se sia al corrente dei fatti che riguardano il progetto delle Terme di Caorle e di attivarsi per potenziare gli strumenti delle forze dell'ordine in modo da prevenire e contrastare fenomeni illeciti e in particolare le attività della criminalità organizzata nel Veneto orientale.

EVENTI IN CANTIERE: In queste settimane il mio impegno è rivolto alla campagna referendaria a sostegno delle ragioni dei Sì al Referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo. Oggi, 18 novembre, sarò a Burano (locandina) e Caorle (locandina), il 22 a San Donà di Piave (locandina) e Zero Branco (locandina) e il 24 a Mira Taglio (locandina). Segui la mia agenda sul sito.

 

Per qualsiasi ulteriore approfondimento: www.saramoretto.it

powered by Visystem