Carissimo/a reader,

in questi mesi la Commissione Finanze ha trattato temi molto importanti, che avranno ricadute concrete sulla vita dei cittadini. Nel contesto del percorso che condurrà all’Unione Bancaria Europea, alla vigilanza europea e delle varie direttive che cercano di uniformare alcune regole a tutela dei cittadini, abbiamo affrontato finalmente anche i problemi del nostro sistema bancario, analizzando prima la proposta di riforma delle banche popolari, poi il decreto di riforma del credito cooperativo.

Proprio una direttiva europea ha innescato in questi giorni una polemica che ritengo giusto chiarire. Già oggi chi non paga il mutuo vede avviata la procedura giudiziaria per la vendita della casa. La direttiva non introduce penalizzazioni rispetto a quanto già esiste. La norma, al contrario, offre al consumatore alcune tutele ed opportunità tra cui la facoltà di sottoscrivere, in fase di stipula del mutuo o successivamente, un accordo con la banca secondo il quale in caso di inadempimento l’immobile viene venduto senza le costose procedure esecutive a carico del debitore e ad un prezzo stabilito da una parte terza. Questa possibilità, che rimane una scelta del cittadino, riduce i costi, consente di incassare un prezzo giusto, magari sufficiente a saldare il debito ed avere un eccedenza, ed infine diminuisce i tempi per la risoluzione della pratica. Il PD, da subito, ha inteso, attraverso il suo parere, proporre al Governo alcune precisazioni, che per semplicità sono qui sintetizzate.

In queste settimane il lavoro parlamentare ha saputo anche dare al Paese risposte che si attendevano da anni nel campo dei diritti con l’approvazione del provvedimento sulle unioni civili e le convivenze di fatto. Non credo che questo provvedimento possa essere bollato come un utile compromesso ma deve essere considerato un grande risultato frutto di una vera discussione democratica. Nelle prossime settimane la proposta di legge sarà discussa alla Camera.

Per le altre novità, ti rimando al seguito della newsletter.

Buona lettura, 
Sara

DOPO DI NOI: con gli strumenti introdotti dalla legge sul Dopo di Noi, approvata in prima lettura alla Camera, le persone con disabilità gravi e le loro famiglie potranno finalmente avere un futuro più sereno. Si tratta di un provvedimento atteso da tempo che punta a favorire il benessere, l'inclusione sociale e l'autonomia delle persone con disabilità anche dopo la scomparsa dei loro famigliari. Il Pd ha creduto in questo progetto ed ha inserito già in Legge di Stabilità i fondi necessari per renderlo concreto. Mi adopererò per diffondere i contenuti della legge anche nel nostro territorio. 

COLLEGATO AGRICOLO: dopo l’Expo, in un Paese in cui l’agroalimentare rappresenta un settore di punta per l’economia, abbiamo approvato il Collegato Agricolo, che consente un decisivo passo avanti verso la semplificazione e la competitività nel settore agricolo ed ittico. Punto distintivo di questo provvedimento è l'attenzione ai giovani agricoltori attraverso misure che permettano il loro ingresso in agricoltura. Per il settore della pesca, è stato approvato un emendamento che equipara la tutela dell’ambiente e della fauna ittica delle acque interne a quelle marine costiere. Il testo passa ora al Senato.

CONFLITTO D’INTERESSI: in risposta alle richieste di molti cittadini e a seguito dell’impegno che il Partito Democratico si era preso, abbiamo approvato in prima lettura alla Camera la legge sul conflitto d’interessi. Il provvedimento interviene disciplinando la risoluzione dei conflitti di interessi dei titolari di cariche di governo nazionale e dei titolari di cariche di governo regionale, sostituendo finalmente l'attuale legge Frattini. La nuova normativa rafforza il regime delle incompatibilità e prevede la possibilità di risolvere l'eventuale posizione conflittuale attraverso specifiche misure. Qui maggiori informazioni.

RIFORMA EDITORIA: approvata alla Camera in prima lettura la riforma del sostegno pubblico all'editoria. Un provvedimento di grande rilievo che riapre uno spazio vero al tema del pluralismo e della libertà dell'informazione. Viene, infatti, ridefinita la platea che può accedere ai contributi economici attraverso due linee di base: una maggiore trasparenza e una maggiore individuazione dei destinatari della piccola editoria, prediligendo il criterio del no-profit e delle cooperative di giornalisti, mentre si escludono, in maniera molto chiara, sia i fogli di partito sia le società quotate in Borsa.

EQUO E SOLIDALE: nel nostro Paese le botteghe equo solidali sono una realtà da molti anni. Oggi, dopo l’approvazione alla Camera, esiste finalmente una legge quadro che regolamenta questo settore, uniformando le varie discipline regionali. Si incentivano così le botteghe e si introducono maggiori tutele per il consumatore che acquista in modo consapevole ed etico attraverso precise denominazioni di «prodotto del commercio equo e solidale». Il provvedimento passa al Senato. 

CAMBIO LIRE-EURO: attraverso un’interrogazione a risposta in Commissione ho chiesto al Ministro dell’Economia e delle Finanze di fare chiarezza sui nuovi termini e modalità di conversione in Euro delle vecchie Lire anche a quei soggetti che non possono dimostrare di aver richiesto alla Banca d’Italia il cambio entro la scadenza del 2012. Qui il testo completo dell’interrogazione. 

RISPOSTA INTERPELLANZA: i Ministeri all’Economia, Interno e Giustizia hanno risposto all'interpellanza urgente che ho sottoscritto assieme ad altri colleghi riguardante il rimborso delle spese di gestione dei tribunali da parte dei comuni. Il risultato concreto è la costituzione di uno specifico tavolo di concertazione presso Palazzo Chigi, tra Ministero e Anci per definire modalità e tempistiche del rimborso delle spese anticipate dai comuni. 

SPRECO ZERO: l’esame degli emendamenti in Commissione Affari Sociali sulla legge contro lo spreco alimentare è terminato. Approvato un mio emendamento che incentiva buone pratiche contro lo spreco di cibo anche nei ristoranti attraverso le "family bag", ossia la possibilità di portare a casa il cibo avanzato. Una pratica sociale sostenibile e parsimoniosa che in molti Paesi Europei è molto diffusa. A breve il provvedimento arriverà alla Camera!

CONGRESSO ANNUALE SISDCA: il Presidente della Società Scientifica per lo Statuto dei Disturbi del Comportamento Alimentare ha annunciato, a conclusione del congresso scientifico sul tema dei disturbi alimentari a cui ho partecipato, la volontà di produrre un documento sul tema dei DCA a supporto alla mia proposta di legge.

RISOLUZIONE BONIFICA PORTO MARGHERA: la Camera ha impegnato il Governo a reperire le risorse necessarie al completamento della bonifica del sito di interesse nazionale Venezia-Porto Marghera. La risoluzione che abbiamo approvato (qui il testo) nasce da un approfondito e preciso lavoro d’indagine della Commissione d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ambientali. Una relazione che mette in luce le opere svolte ma anche le inefficienze amministrative e gli sprechi. Completare le opere di bonifica di Porto Marghera significa non solo mettere in sicurezza l’area ma creare nuovo sviluppo che coniughi lavoro e ambiente. Significa anche rispettare e valorizzare una città unica al mondo: Venezia.

RECUPERO SGRAVI ALLE IMPRESE DI VENEZIA E CHIOGGIA: ho depositato, assieme ad un’altra collega, una proposta di legge che mira ad aiutare le imprese di Venezia e Chioggia che devono pagare gli interessi sulle somme dovute per gli aiuti concessi sotto forma di sgravio nel triennio 1995-1997, dichiarati poi illegittimi. In sostanza si propongono dei meccanismi per ridurre gli interessi dovuti e consentire così in alcuni casi la sopravvivenza delle imprese coinvolte. Qui il testo.


EVENTI IN CANTIERE: domenica 6 marzo sarò a Montecarlo per partecipare alla tavola rotonda istituzionale sulla sicurezza stradale, organizzata da EuroCar Point durante la convention nazionale "Insieme", per discutere di temi quali la tutela del consumatore e il rilancio delle imprese artigiane del settore dell'autoriparazione.
Lunedì 7 invece interverrò sul territorio all’interessante convegno pubblico “Erosione e problematiche della Costa Veneta. Verso il Contratto di Costa” organizzato a Bibione (VE) dalla Conferenza dei Sindaci della Costa Veneta e con la partecipazione del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

 

Per qualsiasi ulteriore approfondimento: www.saramoretto.it

powered by Visystem