Carissimo/a reader,

rieccoci con il nostro appuntamento mensile sulla mia attività politica e sui lavori della Camera dei Deputati.

Iniziamo con una buona notizia: finalmente l’Italia si dota di una strategia per la crescita digitale, in cui il Governo ha deciso di investire per sviluppare la digitalizzazione del Paese. In campo 6 miliardi di risorse pubbliche per garantire la connettività a 100 Mb all'85% della popolazione al 2020, oltre gli obiettivi UE.
Continuando con le riforme, dopo mesi di consultazione - che hanno visto la partecipazione di 1,8 milioni di persone - il Governo è pronto ad avviare la Riforma della Buona Scuola. Una riforma che offre ad alunni e studenti un progetto educativo nuovo anche attraverso la stabilizzazione degli insegnanti. Qui le linee guida presentate dal Ministro Giannini nel Consiglio del 3 marzo.
Per quanto riguarda il mercato del lavoro, il 20 febbraio, il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva i primi due decreti attuativi del Jobs Act: quello sul contratto a tutele crescenti e quello sul nuovo ammortizzatore NASpI. A questo link un sunto con le principali novità. Mi sono impegnata, e continuerò a farlo, per tentare di risolvere la situazione dei lavoratori stagionali penalizzati dalla nuova Naspi. Per questo ho già chiesto un incontro specifico al Ministero del Lavoro.

Infine, essendo marzo un mese denso di importanti ricorrenze e appuntamenti per le donne, 
ti propongo la lettura di questo approfondimento tratto dal convegno organizzato al Senato “A vent’anni da Pechino. A che punto siamo con la parità di genere?” e questo interessante minidossier di Openpolis "Gender equalities fra Politica, Impresa e Lavoro"

Grazie per l’attenzione,
Sara. 

P.S.: sulla mediagallery del mio sito puoi guardare le mie ultime interviste. Mentre, qui, un'intervista che ho fatto per i ragazzi di facciunsalto.it

MILLEPROROGHE: il decreto Milleproroghe è legge. Positiva la proroga 2015 del regime dei minimi delle partite Iva, la riapertura della rateizzazione delle cartelle Equitalia, la proroga degli sfratti, gli incentivi per il rientro dei “cervelli in fuga”. Clicca qui per consultare i passaggi principali.
ILVA: approvato il decreto che prevede importanti interventi per garantire un futuro all'acciaieria dell'Ilva di Taranto. A questo link, una sintesi del DL.
GIUSTIZIA: il testo sulla responsabilità civile dei magistrati, approvato dall’Aula in via definitiva, è rigoroso ed equilibrato. Un passaggio storico che garantisce, da un lato, l'autonomia e l'indipendenza della magistratura e, allo stesso tempo, corregge la legge Vassalli che ha dimostrato di non funzionare. 

DONAZIONE SANGUE: ho depositato al Ministero della Salute un'interrogazione sul limite di due donazioni di sangue all'anno per le donne.
CHIUSURA UFFICI POSTALI PERIFERICI: L'interrogazione che ho presentato, assieme ad altri colleghi, al Ministro per lo Sviluppo Economico sulla chiusura di 455 Uffici Postali e la riduzione degli orari di apertura in 608 uffici, prevista nel Piano di riorganizzazione di Poste Italiane, ha avuto come risultato l'apertura di un tavolo di confronto che coinvolgerà anche l'Anci. Vi terrò aggiornati!
RC AUTO: Dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del disegno di legge Concorrenza, che tra le altre cose introduce delle novità sull'RC Auto, si apre un'altra stagione di confronto in cui porterò avanti i principi contenuti nella mia proposta di legge che mira a tutelare i consumatori e non le compagnie assicurative. Ne ho parlato a TV7 assieme al Presidente dei Carrozzieri di Confartigianato >> http://bit.ly/1Mn5HPH

RATING: questa settimana in Commissione Finanze abbiamo discusso il decreto legislativo sul recepimento della direttiva europea 2013/17/UE in materia di agenzie di rating del credito. L'UE ha avviato un percorso, nel quale si inserisce il provvedimento di cui sono relatrice, per ridurre l'eccessivo affidamento ai rating del credito (la valutazione sulla capacità del soggetto debitore di pagare il proprio debito) da parte dei soggetti che gestiscono in maniera professionale il risparmio a favore invece di procedure interne di valutazione del rischio alternative o complementari. Alla commissione ho proposto di dare un parere positivo sullo schema di decreto perché sono profondamente convinta che la strada intrapresa tuteli i risparmiatori. Qui il dossier
STOP AL SEGRETO BANCARIO: L'evasione fiscale rappresenta un costo sociale che il nostro Paese non può più sopportare. Dopo il provvedimento del rientro capitali, in questi ultimi mesi si sono chiusi accordi di cooperazione internazionale nel settore fiscale che evitano le doppie imposizioni e consentono lo scambio di informazioni a fini fiscali. Per alcuni Paesi, come la Svizzera, significa la fine del segreto bancario. Potrebbe esservi utile questo link.  

EMERGENZA PROFUGHI: L'accoglienza dei profughi è comprensibilmente un tema molto sentito, specie in Veneto, dove gli amministratori locali sono già in grande difficoltà nel gestire la presenza di lavoratori extracomunitari, regolarmente integrata, che si è poi ritrovata senza lavoro, oltre al problema degli stessi cittadini italiani sfrattati e rimasti senza casa dopo aver perso il lavoro. Assieme ad altri colleghi ho presentato un'interrogazione in Commissione per fare chiarezza sugli impegni assunti con l'Intesa del 10 luglio scorso in Conferenza unificata Stato-Regioni, che indicava le misure necessarie per mettere i prefetti e gli amministratori locali nelle condizioni di poter supportare in modo sostenibile le procedure di accoglienza. In quella sede le Regioni hanno concordato la suddivisione delle accoglienze tra i territori, anche se Zaia si ostina a dire che il Veneto non ha concordato nulla. Intanto il Governo ha istituito due nuove Commissioni per l’esame delle domande d’asilo a Verona e Padova, in aggiunta a quella di Gorizia, competenti per il Triveneto. Ciò al fine di velocizzare i tempi delle pratiche e individuare rapidamente coloro che hanno i requisiti per la permanenza in Italia o per raggiungere lo Stato di destinazione.
EROSIONE COSTIERA: In queste settimane ho avuto modo di occuparmi del problema dell'erosione delle coste italiane, un problema che tocca da vicino anche il mio territorio. Assieme ad altri colleghi ho presentato un'interrogazione per sapere dal Ministero dell'Ambiente quali iniziative ha avviato per contrastare il fenomeno. Secondo l'annuario Ispra infatti l’erosione dei litorali interessa quasi la metà del Paese: su circa 8.300 chilometri di fascia costiera il 42%, cioè poco meno della metà, è soggetto a fenomeni di erosione e 2400 km di costa italiana mostrano gli effetti di una significativa erosione. Ogni anno si perdono 75 mila metri quadrati di spiagge e in pericolo è soprattutto il versante Adriatico. Su questo tema serve una regia e una strategia comune non solo per  evitare inutili soluzioni tampone e di carattere sporadico ma anche per accedere ai fondi strutturali messi a disposizione dall'Unione europea. Sto lavorando ad un'iniziativa sul tema da realizzare nel territorio veneziano. La costa veneta è prima in Italia e quinta in Europa per turismo balneare. Va assolutamente tutelata.


Per qualsiasi altro approfondimento: www.saramoretto.it

powered by Visystem