Carissimo/a reader,

in questi giorni sono stati diversi i distinguo che hanno caratterizzato il dibattito tra le varie forze politiche. In queste righe cercherò di fare un quadro sintetico ma chiaro delle posizioni di Italia Viva sui vari argomenti.

Inizio dalla riforma del Mes, il Meccanismo europeo di stabilità, meglio noto come “fondo salva stati”, creato nel 2012 per soccorrere i paesi dell’eurozona in difficoltà che non riescono ad accedere ai mercati finanziari. Una prima versione della riforma è stata approvata nel dicembre 2018 e poi rivista nel giugno 2019. In entrambi i casi al Governo del Paese sedevano Lega e Cinque Stelle. Perché ora alzano la voce? Perché questo dietrofront? Io credo che il motivo sia legato al continuo bisogno di queste due forze di fare campagna elettorale. Il tema è molto tecnico, complesso. Il Mes rappresenta uno strumento necessario e utile e non un tema da banalizzare a fini propagandistici. Per questo motivo Italia Viva non ha accettato teatrini e prove di forza che impediscono qualsiasi ragionamento costruttivo. Sono convinta che  il rinvio a febbraio consentirà di portare avanti il tavolo delle trattative e di ottenere ulteriori garanzie per il nostro Paese, che va difeso e non isolato.

Altro tema di confronto è stato quello della prescrizione e della proposta del Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, di bloccarla dopo la sentenza di primo grado. Innanzitutto, è bene precisare che l’argomento non è mai stato inserito tra quelli che avevano sancito la nascita di questo Governo. È chiaro quindi che se viene messa sul tavolo una proposta di riforma mai discussa prima è fisiologico il confronto, anche acceso, tra le forze politiche. Vengo ai contenuti della proposta. Quando si parla di giustizia, si tende a pensare a un colpevole che va punito quanto prima. Le indagini e i processi coinvolgono però anche persone innocenti. È a loro che si deve primariamente pensare quando si mettono in campo proposte come quella della sostanziale eliminazione della prescrizione. Bisogna chiedersi se è giustizia tenere appese a un filo persone innocenti per molti anni. Bisogna chiedersi se questa proposta di riforma possa incidere nei tempi del processo, vero problema del sistema giudiziario italiano. Bisogna chiedersi infine se non sia più opportuno pensare a misure più organiche, migliorando il lavoro delle Procure, condividendo le buone pratiche che già oggi rendono alcuni tribunali più efficienti di altri. In occasione del dibattito in Aula ci siamo contraddistinti chiedendo chiarezza fin da subito sulle intenzioni del Ministro e sulla sua disponibilità a discutere e rivedere la proposta.

Altra partita sulla quale Italia Viva ha lavorato da protagonista è stata quella della legge di bilancio. In queste settimane abbiamo combattuto prima per evitare l’aumento dell’Iva, poi per togliere le tasse sulle auto aziendali, che al momento sono state solo rimodulate. Nel frattempo siamo riusciti a raggiungere un accordo che prevede il rinvio al prossimo anno della Plastic tax e della Sugar tax. La nostra battaglia non è finalizzata, come potrebbe pensare qualcuno, a tenere alta la tensione all’interno della maggioranza o a intestarci qualche bandierina. Ci siamo opposti e ci opporremo all’introduzione di nuove tasse perché ciò che serve all’Italia è la crescita economica che va perseguita attraverso gli investimenti. Il Piano Shock che abbiamo presentato mira a sbloccare i cantieri, a dare una scossa all’economia, a intervenire in settori strategici per lo sviluppo e del Paese. La nuova manovra sarà sicuramente un primo passo per invertire una rotta, impostata dal precedente Governo, basata su populismo e assistenzialismo. In queste ore si stanno definendo i dettagli, sui quali non mancheranno miei aggiornamenti.

Buona lettura

Sara

---

ULTIME NOTIZIE DAL PARLAMENTO

Plastic tax, possibile danno per l'agroalimentare

Premessa la condivisa attenzione alla sostenibilità ambientale, l’invito  è di provare ad andare più a fondo sul tema della Plastic tax. Tassare e penalizzare l’uso degli imballaggi in plastica non significa automaticamente sostenere la transizione verso contenitori più ecocompatibili, ma al contrario rischia di danneggiare, ad esempio, il comparto agroalimentare

Nei giorni scorsi ho incontrato, con l'on. Ettore Rosato, alcuni lavoratori delle aziende coinvolte, che sono in agitazione e vivono ore di preoccupazione per il proprio futuro. È inoltre evidente che questo tipo di tassazione, anche quando sopportata dalle imprese, ricadrà inevitabilmente poi sui consumatori.

Leggi di più.

---

Decreto fiscale, tra novità positive e perplessità

Con il voto di fiducia la Camera ha approvato, dopo 4 settimane di intenso lavoro, il Decreto Fiscale. Al suo interno ci sono diverse misure positive, frutto anche dell’impegno in Commissione Finanze dei colleghi di Italia Viva. Tra queste lo stop alle sanzioni per i negozianti senza Pos, il rinvio delle multe per chi non si adegua alle nuove norme anti-abbandano relative ai seggiolini auto per bambini, le nuove scadenze del 730, i limiti al 3 per cento dei tassi di interesse su cartelle esattoriali e la possibilità per chi ha avuto la casa pignorata di rinegoziare il mutuo.

Le norme penali contenute nel testo iniziale sono state, grazie al nostro lavoro, migliorate, andando incontro alle reali situazioni delle imprese senza depotenziare in alcun modo la lotta all’evasione. Rimane la nostra contrarietà alla confisca allargata, una misura estremamente dannosa per le imprese.

Per quanto mi riguarda restano alcune perplessità anche sul provvedimento relativo alla cosiddetta Rc Auto familiare. L’obiettivo di far risparmiare le famiglie, con questa distorsione del sistema assicurativo, potrebbe infatti essere vanificato.

---
DIRITTI ESCLUSIVI E MALTEMPO, PESCATORI POLESANI OGGI AL MINISTERO ALL'INCONTRO ORGANIZZATO DALL'ON. MORETTO (IV): "INCONTRO IMPORTANTE PER INIZIARE A DARE RISPOSTE"

Diritti esclusivi e maltempo, pescatori polesani al Ministero: "Incontro importante per iniziare a dare risposte"

Il 26 novembre scorso ho organizzato un incontro tra i pescatori di Rovigo e del Delta e lo staff del Ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova per individuare un percorso che desse una prospettiva a lungo termine rispetto ai diritti esclusivi di pesca. 
Abbiamo chiesto un impegno concreto al Ministero per dare risposte che permettano stabilità e sicurezza alle cooperative dei pescatori, che oltre all’incertezza legata ai diritti esclusivi di pesca devono ora far fronte anche ai danni legati al maltempo, che ha fortemente colpito il comparto.

Nelle ore immediatamente successive all'incontro, il Ministero ha inviato all’ente territoriale competente una nota interpretativa a supporto della proroga dei diritti esclusivi.

Leggi di più.

---

Sospensione delle bollette per i veneziani, come in caso di sisma. La mia lettera all'Arera

Ho chiesto, tramite una lettera all'Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) di sospendere il pagamento delle bollette di energia, acqua e gas per i cittadini di Venezia, come è stato fatto per i residenti nelle zone rosse in occasione del sisma in Emilia Romagna e a Ischia. Sarebbe un aiuto concreto ai veneziani che hanno subito danni a seguito dell’acqua alta eccezionale che ha messo in ginocchio la città a metà novembre.
Confido che l’Autorità accolga questa mia proposta, auspicabilmente per un periodo non inferiore a 6 mesi.

Leggi di più.

---
Collaudo impianti Gpl: Autocertificazione delle officine per semplificare le procedure ed evitare disagi agli automobilisti e agli operatori di settore

Collaudo impianti GPL: autocertificazione delle officine per semplificare le procedure ed evitare disagi agli automobilisti e agli operatori di settore

Ho chiesto al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di superare l’attuale sistema di collaudo degli impianti a GPL affidandolo alle autofficine autorizzate. La mia proposta è di annotare la regolare sostituzione sulla carta di circolazione con autocertificazione effettuata da officine riconosciute, per evitare i prevedibili disagi che si registreranno nei prossimi mesi, quando circa 900mila veicoli dovranno essere sottoposti alla procedura di collaudo per la sostituzione decennale del serbatoio GPL da parte della Motorizzazione civile.

Leggi di più.

---

LE ULTIME DAL MIO VENETO

La Ministra Bonetti a Mestre e Portogruaro

Nei giorni scorsi abbiamo avuto ospite a Mestre e Portogruaro la Ministra Elena Bonetti.

In mattinata abbiamo toccato con mano l’operatività e l’utilità sociale della Casa di accoglienza Santa Chiara, una comunità educativa mamma-bambino gestita dalla Cooperativa Il Lievito.
A seguire, abbiamo avuto un proficuo incontro con i sindaci del Veneto Orientale e i rappresentanti delle associazioni che a vario titolo si occupano di servizi alle famiglie per un confronto sulle misure che verranno inserite in Legge di bilancio.
È con il dialogo e la vicinanza al territorio che si costruiscono politiche davvero efficaci.

Leggi di più.

---

Ex Perfosfati, bene l’avvio dei lavori ma la giunta Senatore si è limitata a fare il compitino

L’area ex Perfosfati di Portogruaro ha un potenziale enorme per il rilancio e lo sviluppo della città, ma è evidente che l’amministrazione comunale non è stata capace di assegnarle nuovo ruolo e nuove funzioni.
Al di là dello stupore per l’organizzazione di un evento di presentazione dei lavori che ha il netto sapore della propaganda pre-elettorale, stupisce anche che la giunta Senatore e la Lega non ricordino ai cittadini che il recupero dell’ex Perfosfati è oggi possibile solo grazie al bando Periferie e ai fondi stanziati dal Governo Renzi.

Leggi di più.

---
ALZHEIMER PRECOCE, MORETTO (ITALIA VIVA): “Una malattia che destabilizza le famiglie. Serve un sostegno più incisivo da parte dello Stato”

Alzheimer precoce, una malattia che destabilizza le famiglie. Serve un sostegno più incisivo da parte dello Stato

In un’interrogazione al Ministro della Salute Roberto Speranza ho chiesto risposte concrete ed efficaci alle persone con Alzheimer precoce e alle loro famiglie.

Solo in Veneto si stima che ne siano colpite dalle 4 alle 5 mila persone. Davanti a questi numeri e ai racconti su cosa significhi convivere con l’Azheimer giovanile, che stravolge l’armonia della famiglia perché mette in crisi i rapporti, il lavoro e i progetti di vita non potevo di certo chiudere gli occhi. Purtroppo lo Stato non fa abbastanza per sostenere queste persone. Da qui la mia richiesta di intervento al Ministro.

Leggi di più.

---

VIDEOGALLERY

9-12-2018 Presentazione di Italia Viva a Treviso

26-11-19 Intervista ad Agorà, Rai3

20-11-2019 Intervento in Aula su crisi aziendali

16-11-2019 Intervista a Hotel Nazionale

15-11-2019 Italia shock, intervento su dissesto idrogeologico

---

13-11-2019 Maltempo a Venezia, intervento in Aula

---

07-11-2019 Intervento in Aula per confermare la richiesta di informativa del ministro Patuanelli su ex Ilva

---

05-11-2019 - Intervento in Aula su ex Ilva

 

---

25-10-2019 Presentazione di Italia Viva a Mestre

 

---

FOTOGALLERY

9-12-2019 - Presentazione Italia Viva a Treviso

29-12-2019 Incontro con la Ministra Bonetti alla Casa di accoglienza Santa Chiara di Mestre e a Portogruaro

8 novembre - XII Forum dei Giovani Imprenditori di Confcommercio, Firenze

---

powered by Visystem