Carissimo/a reader,

in questo ultimo mese si sono intensificati gli allarmi sulla tenuta dei conti pubblici e sulla stabilità della nostra economia. Prima le categorie economiche, poi gli organismi internazionali, come l’Ocse, hanno messo in evidenza lo stallo del nostro Paese. Da ultimo Bankitalia ha rilevato un nuovo record del debito pubblico, che a febbraio 2019 si è attestato a quasi 2.364 miliardi di euro, con un aumento su base annua di 70 miliardi.

Il Governo ha sempre minimizzato, ma ora non può davvero più mentire. Nel Documento di economia e finanza, presentatoci in Commissione e ora in esame alla Camera, è lo stesso Esecutivo a mettere nero su bianco che la crescita tendenziale del Pil precipita allo 0,1 per cento rispetto all’1,5 per cento contenuto della Nota di aggiornamento del settembre 2018. Sempre nel Def si evidenzia anche che hanno effetti pressoché nulli sulla crescita sia la cosiddetta “Quota 100” sia il Reddito di cittadinanza, una misura che doveva risolvere contemporaneamente il problema della povertà, del lavoro e dell’emarginazione sociale ma che ad oggi ha visto l’accoglimento solo di 500mila domande. Sul fronte dell’occupazione invece si registra, da maggio 2018 a febbraio 2019, la perdita di oltre 116.000 posti di lavoro. Da qualunque prospettiva la si guardi, l’azione di questo Governo è un generale fallimento. Nel 2019 l’Italia sarà il paese che crescerà meno tra quelli occidentali e anche negli anni successivi la stima di crescita, seppur ottimistica, si mantiene su livelli estremamente bassi. Di chi sarà mai la colpa? Della congiuntura internazionale? Dei mercati? Dello spread? Degli immigrati? Del Pd? O semplicemente di un Governo che, nel definire i contorni della prossima legge di bilancio, è incapace di mettere in campo interventi precisi a sostegno dell’economia. Anzi, dalle pagine del Documento emerge chiaramente che non ci sono reali alterative all'aumento dell’Iva, che scatterà al 25 per cento dal 2020. Una tassa che nei cinque anni di Governo Pd non è mai stata toccata e che scarica sui consumatori italiani l’incapacità di Lega e Cinque Stelle.

In Commissione Attività Produttive abbiamo evidenziato come manchino interventi di politica industriale necessari per consentire al Paese di proseguire il percorso di crescita, innovazione, sviluppo e competitività del tessuto produttivo e occupazionale intrapreso nella scorsa legislatura. Ricordo l’adozione di provvedimenti come Impresa 4.0, il “Piano straordinario del Made in Italy”, la strategia di internazionalizzazione delle imprese, le liberalizzazioni della legge annuale sulla concorrenza, il finanziamento delle Pmi, la Banda Ultralarga, le misure per la sicurezza del sistema elettrico e del gas, il supporto alle fonti rinnovabili ed all’efficienza energetica. L’unica previsione di intervento diretta prevista per il sostegno al tessuto imprenditoriale italiano è quella del cosiddetto “Decreto Crescita” che ripristinerebbe incentivi e agevolazioni tagliati nella legge di bilancio 2019.

Aspettiamo di conoscere i dettagli ma se queste sono le premesse, altro che “anno bellissimo”.

 

Buona lettura

Sara

Pesca, con mio emendamento, votato all'unanimità, si tutelano i pescatori professionali

Pesca, con mio emendamento, votato all'unanimità, si tutelano i pescatori professionali

“Il voto all'unanimità del mio emendamento sul sistema sanzionatorio della pesca nelle acque interne conferma l’impegno contro la pesca illegale senza mettere in difficoltà il lavoro dei pescatori”. Così l’on. Sara Moretto, capogruppo Pd in Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo della Camera, commenta il parere favorevole dell’Aula al suo emendamento sulla pesca che, pur con la riformulazione del testo, …

Leggi tutto.

---

Fondo risparmiatori, una presa in giro che certifica l'inaffidabilità del governo

Il castello di propaganda costruito sulla vicenda dei risparmiatori truffati si è sgretolato. Mentre resta una chimera il decreto che dovrebbe spiegare le modalità con cui gli indennizzi arriveranno nelle tasche dei risparmiatori truffati, il governo dimezza le risorse stanziate. Il tanto decantato miliardo e mezzo stanziato in legge di bilancio, si dimezza nel Def. I fondi saranno 750 milioni, di cui solo 50 per il 2019. Una vera presa in giro che certifica l’inaffidabilità di Lega e Cinque Stelle. Il Partito Democratico aveva lasciato in eredità un fondo ad hoc e delle regole per che avrebbero già permesso di erogare i primi rimborsi a chi ne aveva effettivamente diritto. Dopo un anno il governo su questo tema è ancora latitante.

---

Alitalia, futuro incerto e a rischio un asset strategico

Il futuro della compagnia aerea italiana resta molto incerto. Nell'ultima audizione chiesta dal Pd in Commissione Attività produttive, i commissari straordinari hanno detto chiaramente che il tempo per assicurare il rilancio della società sta per scadere ma il socio operativo ancora non si vede. Dopo mesi di melina, in cui pian piano ogni potenziale investitore si è sfilato dall'acquisto, resta in campo una raffazzonata operazione a traino pubblico che manca ancora di una strategia vincente sul panorama internazionale e di partner industriali che garantiscano investimenti seri sulla flotta. Ora il Governo pare aver avviato una trattativa con Atlantia, controllante di Aeroporti di Roma e Autostrade per l'Italia. Azienda a cui lo stesso governo ha chiesto la revoca della convenzione dopo la triste vicenda del Ponte Morandi. Il Governo immerso nelle contraddizioni, rischia di far perdere al paese un asset strategico, lasciando a casa migliaia di lavoratori.

---

Codice rosso, un provvedimento insufficiente

La Camera ha approvato, con l’astensione del Pd, il cosiddetto Codice Rosso. Il provvedimento, migliorato grazie ai nostri emendamenti tra cui quello sul “revenge porn”, e cioè sul reato di diffusione di immagini intime e personali senza il consenso, non è sufficiente a dare una risposta organica ad un problema complesso e articolato, come quello della violenza sulle donne. Incrementare le pene, che sappiamo non essere un deterrente, ed imporre una velocizzare le indagini, senza dare nuovi strumenti al comparto Giustizia, non possono certo risolvere il problema della violenza di genere. Il Governo, ancora una volta per il bisogno di mettere le proprie bandierine, ha blindato un testo che poteva invece essere più completo e efficace. Ancora una volta la miopia di Lega e Cinque Stelle ha prevalso sul buonsenso.

---

Legittima difesa, Salvini ci dice "arrangiatevi"

Con il motto “la difesa è sempre legittima”, Lega e Cinque Stelle hanno votato in Aula una proposta di legge che modifica alcuni articoli del codice penale, del codice civile e del codice di procedura penale. Questa legge, in caso di ferimento e omicidio, non eviterà a nessuno le indagini da parte della magistratura. Tuttavia fa passare l’idea che un cittadino abbia la licenza di uccidere chiunque entri in casa sua. Il Ministro Salvini, che avrebbe il compito di garantire la sicurezza di tutti noi, ci dice di arrangiarci, innescando cosi un clima pericoloso e da far west.

 

---

Fondi confine: “Penalizzati i comuni del Veneto”

La riattivazione del cosiddetto Fondo Letta per la valorizzazione dei Comuni di confine con Regioni a statuto speciale, e quindi di moltissimi Comuni veneti, era stata una vittoria importante, conquistata con impegno nella scorsa legislatura. Il Governo Lega Cinque Stelle non solo ha bloccato per un anno i fondi già stanziati dal Pd ma, pur aumentando le risorse, ha messo nel calderone dei beneficiari molti altri Comuni di tutta Italia, allargando la platea da 64 a 99 enti locali. I Comuni veneti rischiano davvero di essere penalizzati ed è per questo che ho presentato un’interrogazione in Commissione, alla quale non ho ancora ricevuto risposta.

---

VIDEOGALLERY

17-04-2019 Intervista sul DEF a 9Colonne

---

16-04-2019 Inaugurazione potenziamento impianto idrovoro San Michele al Tagliamento, intervista a Tpn

---

15-04-2019 Puntata di Ring, Antenna3

 

---

04-04-2019 Intervista a Hotel nazionale, San Marino RTV

 

---

10-03-2019 Intervista Vis a vis, Telepordenone

 

---

FOTOGALLERY

12-04-2019 Inaugurazione del potenziamento dell’impianto idrovoro in località Pradis a San Michele al Tagliamento

---

06-04-2019 Spettacolo "Il cavaliere e la principessa" a San Stino di Livenza

---

22/23-03-2019 Incontro con LUCIA ANNIBALI a San Stino di Livenza e Portogruaro

---

11-03-2019 PICCOLE MEDIE IMPRESE. Quanto contano nelle scelte della politica

---

RASSEGNA STAMPA

 

Tanti auguri di Buona Pasqua!

 

powered by Visystem